IL FOTOVOLTAICO TRASPARENTE: INNOVAZIONE FACILMENTE INTEGRABILE

Finestra fotovoltaica

Se ne sente sempre più parlare, un sistema innovativo per produrre energia elettrica tramite le finestre, sembrerebbe molto interessante! Vediamo assieme di approfondirne gli aspetti tecnici nella maniera più semplice possibile, cercando di capire fino a quanto ci possiamo spingere con questa tecnologia.

In questi ultimi anni la tecnologia solare si sta evolvendo nell’ottica di aumentare sempre di più l’efficienza dei moduli, abbassandone ovviamente i costi e allo stesso tempo rendendoli perfettamente integrabili con le strutture edilizie.

Ecco che siamo arrivati a parlare di “fotovoltaico trasparente”, ossia celle solari invisibili a occhio nudo (trasparenti), create in modo tale da assorbire specifiche lunghezze d’onda della luce (radiazioni ultraviolette e lunghezze d’onda vicino all’infrarosso).

Questa tecnologia ha raggiunto i primi risultati significativi nel 2013 quando fu realizzato il primo sistema in grado di produrre energia facendo passare più del 70% della luce visibile, con un’efficienza purtroppo ancora molto bassa pari a circa il 2%.

Il sistema è costituito da più strati di materiale, uno particolarmente spesso costituito da vetro o plastica, ulteriori strati multipli di rivestimento anti-riflesso (in grado di rimbalzare specifiche lunghezze d’onda), strati posizionati in posizioni intermedie costituiti da semiconduttori (in grado di assorbire fotoni rilasciando di conseguenza elettroni) e in fine degli elettrodi (realizzati in materiale trasparente). Questa particolare “sandwich” è collegato ad un circuito che trasporta la corrente generata dal dispositivo alle utenze.

Un ulteriore sviluppo tecnologico si è ottenuto nel 2014, con la realizzazione del concentratore solare luminescente trasparente (progetto realizzato dalla Michigan State University). Questo sistema ha permesso di raggiungere un’efficienza pari a circa il 5%, ancora non paragonabile al sistema fotovoltaico tradizionale (indicativamente 8% – 21%) ma con elevati margini di crescita, si parla della possibilità di raggiungere, in tempi abbastanza rapidi, rendimenti anche superiori al 12%. Il prossimo passo sarà quello di creare una pellicola da applicare sulla superficie interna dei vetri esistenti.

Per motivi intrinseci, le tecnologie solari trasparenti non potranno mai essere più efficienti rispetto alle soluzioni tradizionali opache ma sono sicuramente in grado di offrire un potenziale d’applicazione molto maggiore.

Quante finestre ci sono in una casa? In un palazzo? In una città? Fate voi i conti della potenzialità di questa soluzione, qualcuno lo sta già facendo  …

Per chi fosse interessato a seguire ulteriori approfondimenti su tematiche riguardanti il risparmio energetico, la prevenzione incendi, le termotecnica, può visionare il mio sito internet (www.lucamarcenaro.it), la mia pagina fans di Facebook o il mio profilo LinkedIn, canali tramite i quali cerco, il più costantemente possibile, di divulgare informazioni sperando in una condivisioni costruttiva di idee e di esperienze.

 

Ing. Marcenaro Luca

 

“…E’ il fallimento che guida l’evoluzione; la perfezione non prevede alcun incentivo per il miglioramento …” (Colson Whitehead, Scrittore)

Pin It