LA VENTILAZIONE MECCANICA CONTROLLATA (VMC)

BLG21 17 VMC

Occupandomi di risparmio energetico difficilmente mi posso esimere nel trattare, tra i vari argomenti d’interesse specifico, la tecnologia della Ventilazione Meccanica Controllata (chiamata VMC).

L’esigenza di questo sistema la possiamo associare ai sempre più elevati standard energetici richiesti nelle nuove costruzioni ma non solo, spesso (ma non sempre) può risolvere diverse problematiche anche nelle ristrutturazioni. Questo sistema agisce sul contenimento sulle dispersioni termiche dell’unità immobiliari causate dal necessario ricambio d’aria. La VMC rappresenta, a grandi linee, la soluzione per regolare il ricambio d’aria necessario a garantire il giusto confort interno e un livello adeguato di salubrità dell’aria, senza la necessità di aprire le finestre.

Svariati sono i campi di applicazione, sicuramente interessante approfondirli tutti ma lo scopo di questo mio primo articolo è quello di introdurre, in linea generale, la tecnologia fornendo allo stesso tempo alcuni spunti interessanti di riflessione, necessari a crearsi una propria opinione di questo sistema che, in un modo o nell’altro, sta sempre di più diventando necessario ...

Parto da una delle più frequenti situazioni che possono essere parzialmente o completamente risolte grazie all’installazione di un sistema di ventilazione meccanica controllata: il problema della muffa in casa. Le cause di questa malsana situazione possono essere svariate, ma questo articolo non ha lo scopo di approfondirle nello specifico.

In uno dei miei ultimi incarichi, mi sono trovato a dover risolvere un caso simile, proponendo di “sanificare” le pareti intaccate dalla muffa, con pittura specifica a base di sughero (caratterizzata da un sufficiente potere isolante, in grado di “contribuire” ad un aumento di temperatura superficiale interna nella zona trattata) proponendo un “livello base” di ventilazione meccanica controllata. Cosa intendo per “livello base”? Un semplice e compatto ventilatore bi-direzionale con scambiatore integrato di calore, in grado di permettere, a fasi alterne, l’immissione di nuova aria e l’espulsione di quella interna, cercando di recuperare la maggior parte di calore. Il risultato? Problema risolto. Ci tengo a precisare però che questa soluzione non risulta essere sempre efficace, dipende molto da quanto è ampia la zona soggetta al problema, se si tratta specificatamente di una superficie contro terra o ancora altri fattori specifici.

VMC4

Spesso capita di fare “imponenti” interventi di coibentazione su vecchie strutture edilizie, dimenticandosi dell’importanza della traspirabilità dell’involucro, allora la soluzione accennata in precedenza decade. Gli interventi di efficientamento energetico vanno coordinati e definiti in maniera globale tramite un’adeguata progettazione; spesso mi capita di trovarmi di fronte a lavorazioni effettuate in differenti momenti, svolte da differenti ditte e professionisti, senza una logica di intervento. Situazioni che nella maggior parte dei casi portano ad ulteriori interventi più costosi.

Spesso, parlando con i miei clienti, mi accorgo che la VMC viene confusa o associata alla climatizzazione. Credo sia una cosa normale essendo questo sistema abbastanza innovativo per il residenziale. La VMC non è un impianto di condizionamento, quindi la sua funzione non è quella di fornire aria calda o fredda a seconda della stagione, ma di generare un ricambio dell’aria interna, che, nel tempo, diventa sempre più “viziata” ed “esausta”, evitando di farci aprire le finestre (operazione che porta ad una significativa dispersione di calore interno). Il recupero di calore viene svolto tramite uno scambiatore interno al macchinario, ad oggi si è arrivati a sistemi in grado di recuperare fino al 90% del calore.

Ing Luca Marcenaro VMC5

La VMC non fa solo questo, ci permette inoltre di mantenere un determinato grado di umidità dell’aria interna, di purificarla dalla CO2, dalle sostanze inquinanti presenti nelle vernici, nelle colle, nei prodotti per la pulizia, nel fumo della sigaretta, ecc. Diventa un sistema molto utile per chi soffre di asma e allergie a pollini o polveri.

Non ci rendiamo conto dell’aria che tutti i giorni respiriamo; se andate a fare una qualsiasi ricerca su internet, basandovi su articoli scientifici, quindi veritieri e dimostrabili, vi renderete conto di molti aspetti interessanti, che volutamente non tratto in questo mio articolo specifico (buona ricerca). Con pochi euro si trovano stazioni meteo in grado di rilevare i parametri caratteristici che descrivono la qualità dell’aria: non fatevene una malattia, se siete curiosi approfondite liberamente, vi si aprirà un mondo, sta a voi farne tesoro!

VMC5

Trattiamo ora dell’aspetto economico. L’impianto di ventilazione meccanica ha un costo che, tranne in casi specifici simili a quello che precedentemente ho menzionato, risulta significativo, pertanto è di fondamentale importanza valutarne bene il dimensionamento e l’adeguata tipologia, tramite una corretta progettazione, in modo che la sua efficacia sia garantita.

Volutamente non ho parlato di prezzi, per tre motivi. Il primo motivo è che l’incidenza dell’impianto dipende molto dal tipo di intervento! Su una nuova costruzione è quasi insignificante, in una piccola ristrutturazione è una delle spese più significative. Il secondo motivo? Quando parliamo di risparmio energetico ritengo che il puro costo dell’impianto non rappresenti il parametro principale da valutare, bensì il risparmio che ne consegue ossia il tempo di ritorno dell’investimento. Infine il terzo motivo: esistono svariate soluzioni, va scelta quella adeguata al problema specifico, tutto dipende molto dal tipo di attività, nuova costruzione o ristrutturazione. Questi sono i motivi per cui, prima di fare interventi sarebbe il caso di analizzarli in anticipo.

Concludo dicendo che la VMC non è sempre obbligatoria o necessaria, ma svolge sicuramente una funzione importante; si tratta di una soluzione innovativa che permette di migliorare la prestazione energetica dell’immobile, riducendone significativamente i consumi e migliorando la qualità dell’aria interna e soprattutto, spingendoci verso edifici sempre più performanti (Energia quasi zero NZEB), la VMC farà sempre più da padrona, diventando per noi semplice normalità.

Per una consulenza specifica trovate i miei recapiti nella mia pagina contatti.

Per chi fosse invece interessato a seguire i miei articoli di approfondimento su tematiche riguardanti il risparmio energetico e sulla termotecnica, può visionare il mio sito internet (www.lucamarcenaro.it), la mia pagina fans di Facebook o il mio profilo LinkedIn, canali tramite i quali cerco, il più costantemente possibile, di divulgare informazioni sperando in una condivisioni costruttiva di idee e di esperienze.

 

Ing. Marcenaro Luca

 

“…Grazie a Dio gli uomini non possono volare e devastare il cielo come hanno fatto con la terra …” (Henry David Thoreau, scrittore, filosofo e poeta, 1817 - 1862)

Pin It